10 Marzo 2024 16:00 - 17:00

L’OMINO DEL PANE E L’OMINO DELLA MELA
I FRATELLI CAPRONI

Trama e descrizione dello spettacolo:
Due buffi personaggi, mezzi cuochi e mezzi clown, creatori di storie fantasiose e di ricette, hanno deciso di preparare un lauto pranzetto a tutti i bambini e di spiegare loro i segreti dei cibi più buoni e della loro realizzazione.
Ma uno dei due, molto sbadato, ha comprato solo una pagnotta e una mela… come faranno i nostri cuochi a preparare un pasto per tutti?

Così, tra una ricetta un po’ speciale e divertentissimi numeri di clownerie, i due iniziano un viaggio fantasioso all’interno dei cibi, fino ad entrare nel pane dove incontrano un buffo omino – l’Omino del pane appunto – che abita nella pagnotta e che non vuole saperne di farsi affettare.
Tra gag e pantomime, musiche divertenti e interazioni con il piccolo pubblico, i due cuochi-clown scoprono che questi magici omini abitano anche nelle mele, nelle banane, in tutti i frutti, in tutti i cibi più strani e  accompagnano i bambini nel mondo del cibo alla scoperta dei mille segreti contenuti in tutti gli alimenti.

Temi prevalenti:
Uno spettacolo delicato e divertente, pensato e creato per i piccoli spettatori
alla scoperta del mondo e alle prese con i primi “pasti fuori casa” tra le mura della scuola materna, per insegnare loro ad apprezzare i pasti sani, i cibi genuini e le ricette di una volta… come il pane con la marmellata!

Riferimenti all’esperienza del bambino:
Il bambino vede una forma di pane ed una mela. Questi elementi riconoscibili nella quotidianità sono trasportati nello spettacolo in una dimensione fantastica. Attraverso l’azione mimica, l’immaginazione è molto stimolata, come si nota nella fase d’animazione, in cui i bambini ripercorrono alcuni momenti dello spettacolo.

Tecniche e linguaggi teatrali utilizzati:
Le tecniche e i linguaggi teatrali sono: la narrazione, in quanto modalità di racconto riconosciuta dal bambino; la pantomima, come linguaggio universale del corpo e primo veicolo di gioco del bambino; la clownerie, che si ispira al mondo infantile.

Metodo di lavoro utilizzato nella creazione dello spettacolo:
Da una fase iniziale d’improvvisazione, nella quale gli attori esplorano le loro capacità espressive, emergono gesti, coreografie, battute e personaggi. Questi convergono poi nelle divertenti scene sulle quali lo spettacolo è costruito.

Percorsi di lavoro consigliati agli insegnanti:
Nello spettacolo sono presenti due tematiche principali: il viaggio che gli omini compiono per allontanarsi dal luogo dove hanno sempre abitato alla scoperta di nuovi orizzonti, e l’amicizia che nasce tra i due omini molto diversi tra loro e inizialmente molto scettici ad uscire ognuno dalla propria casa per entrare in relazione con l’altro. Riassumendo, potremmo dire che il nocciolo del racconto è proprio la diversità e il non conosciuto come fonte di timore ed attrazione al tempo stesso. Le insegnanti potranno discutere su questo tema, soprattutto alla luce delle molteplici culture, storie e provenienze geografiche dei bambini che spesso convivono in una stessa classe.

Fonti utilizzate:
Tra le fonti utilizzate, oltre a “L’omino nel pane” di Natan Zach: libri per bambini, musiche, entrées clownesche classiche.

Indicazioni sulle scenografie e sui costumi:
Le scelte scenografiche e di costume sono funzionali alla tematica affrontata nel lavoro; in questo caso parlando del cibo abbiamo scelto elementi inerenti ad esso (un tavolo, una tovaglia, una forma di pane, una mela ecc.

Festival e premi:
– Ti fiabo e ti racconto, Molfetta (BA) 2009
– Andar per fiabe, Cagli (PU) 2007
– Enfantheatre, Aosta 2006
– Estate bambini, Copparo (FE) 2006
– Biblofestival, Dalmine (BG) 2006
– Una città per gioco, Vimercate (MI) 2006

Rassegna Stampa:
EOLO-RAGAZZI.IT – Sylvie Vigorelli
Pane, mela e fantasia per lo spettacolo presentato da Quelli di Grock: un allegro gioco teatrale, tra il mimo e la clownerie, che riempie la scena di sorpresa e di sorrisi, e lascia nelle orecchie una musica da fischiettare. E l’inizio dello spettacolo è veramente folgorante con una serie di gag dal sapore circense che ci riportano alla grande tradizione di questa importante forma teatrale che Alessandro Larocca e Andrea Ruberti conducono con ritmo e grande precisione. […] Un viaggio fantasioso, tutto giocato sull’immaginazione fisica, che col mimo riporta i due omini a concludere lo spettacolo come l’avevano iniziato nell’allegria generale di tutti i bambini con tanto di canzone cantata insieme al pubblico.

SETTEGIORNI RHO – Roberto Morelli
Tante famiglie con figli hanno potuto inoltre assistere allo splendido spettacolo domenica pomeriggio della compagnia “Quelli di Grock” che ha presentato “L’omino del pane e l’omino della mela”. Un allegro gioco teatrale tra il mimo e la clownerie che ha incuriosito tutti, dai più piccoli ai grandi.

Durata 50 min
Età dai 3 anni
Genere teatro d’attore, mimo

ideato, scritto, diretto e interpretato da
Alessandro Larocca e Andrea Ruberti
scene, costumi e luci
Alessandro Larocca, Andrea Ruberti
musiche
Gipo Gurrado

 

L'OMINO DEL PANE E L'OMINO DELLA MELA - FRATELLI CAPRONI - TEATRO PONTEVICO - BRESCIA

 

L'OMINO DEL PANE E L'OMINO DELLA MELA - FRATELLI CAPRONI - TEATRO PONTEVICO - BRESCIA

 

L'OMINO DEL PANE E L'OMINO DELLA MELA - FRATELLI CAPRONI - TEATRO PONTEVICO - BRESCIA

 

L'OMINO DEL PANE E L'OMINO DELLA MELA - FRATELLI CAPRONI - TEATRO PONTEVICO - BRESCIA

 

L’OMINO DEL PANE E L’OMINO DELLA MELA

10 MARZO 2024
ore 16:00

Acquista
i biglietti
L'OMINO DEL PANE E L'OMINO DELLA MELA - FRATELLI CAPRONI - TEATRO PONTEVICO - BRESCIA